Tribute Band ufficiale del gruppo "Le Orme"
Ad Gloriam
Vai ai contenuti

Menu principale:

Policoro,  10 gennaio 2019

Oltre che notizie su di noi, ci sembra doveroso dare notizie "fresche fresche" sul nostro gruppo ispiratore. Abbiamo così il piacere di annunciare la prossima uscita del nuovo lavoro di Michi dei Rossi e C. che si chiama "Le ali di un sogno".



In uscita a marzo prossimo sarà preceduto da un concerto di anteprima, a febbraio, a cui seguirà, sempre a marzo, una tournè italiana che toccherà anche molte località del sud, compresa la Basilicata.

Tutte le ulteriori notizie le potrete trovare sul sito delle Orme www.leorme-officialfanclub.com



Trebisacce - Policoro  - Febbraio 2019
Prime prove generali per la rinnovata scaletta della band.
Con l'occasione abbiamo voluto ripartire proprio dalle prime Orme, inserendo un classico dell'era beat e del loro album d'esordio "AD GLORIAM",  "Senti l'estate che torna". Le Orme già allora si differenziano dagli altri gruppi,  per il semplice fatto di scrivere pezzi propri e non di interpretare cover Inglesi o Americane, come invece facevano l'Equipe 84, Dik Dik, Giganti e altri. Il brano, cavalca con originalità puramente Italiana la Psichedelia Inglese e Americana scatenata da gruppi come Pink Floyd e Door. In formazione, oltre Michi e Tony, Galieti al basso, Smeraldi alla chitarra solista e Tagliapietra al canto e chitarra.


Policoro,  6 novembre 2018

Dopo il riconoscimento e l'autorizzazione da parte di  Michi dei Rossi,  all'utilizzo del titolo di "Official Tribute Band" del gruppo "Le Orme", (per i quali ringraziamo  inoltre Michele Bon, Alessio Trapella e l'amico Gino Di Terlizzi) riprendiamo la strada interrotta, qualche mese fa, per l'inaspettata uscita dal gruppo di Carmelo Corrado.


E la riprendiamo, con un musicista con cui ci siamo trovati subito in sintonia e che, come noi, fa parte della piccola storia musicale dei nostri luoghi.



Parliamo di Egidio LA POLLA, musicista nativo di Trebisacce, ancora oggi, animato da grande passione ed entusiamo per il rock e il "Progressive" in particolare.
Egidio, con un lungo passato in molti gruppi musicali  ha iniziato il suo cammino artistico nei mitici, anni 70, con
"The Jewels" e "La fine del mondo", sotto il management di Dino Vitola, anch'egli di Trebisacce ed ora affermato manager, produttore musicale, responsabile di casting e scrittore e che li ha peraltro menzionati nella sua biografia ufficiale:  www.dinovitola.net).

A questo proposito Egidio racconta: "Dino, prima di spiccare il "volo" a livello nazionale ed internazionale, anche quando organizzava serate in paesini di montagna con altri gruppi, mi portava con sè, e nel bel mezzo dello spettacolo, chiedeva al pubblico : "In questo paese c'è la ferrovia ?" ed il pubblico : "Noooooo !!". E Dino : "Quindi il treno non arriva ?" Ed il pubblico : "Nooooooo !!" E Dino ancora : "Invece stasera, io farò arrivare il treno !!" Sul palco si spegnevano le luci, ed io alla batteria  ...imitavo la locomotiva, tra gli applausi del pubblico in visibilio!

Inoltre per un periodo ha fatto parte  anche dei mitici "Dies Irae" policoresi, con l'indimenticato chitarrista Serafino Mangone.

Insomma. oggi, quasi un ritorno in famiglia, visto che anche Pino e Roberto ne fecero parte, con  Piero e Tonino Troiano in un successivo periodo.


E quindi, come ogni volta che si ricomincia.... "Works in progress".

Alcune foto di Egidio LA POLLA, tra vecchi e nuovi ricordi................



 






Storia e leggenda Tour 2017


Aldo Tagliapietra - Invisibili realtà
presentato a Dal Canonico di Mola di Bari
01/12/2017


"Siamo sopravvissuti all'era del "Beat" ... periodo in cui si cantava di tutto.. l'amore... la mamma.... il latte .. ed anche il nulla (il famoso geghe geghe geghe ge)....."
Poi gli anni settanta...... in cui esplode il fenomeno  della musica progressiva..... con le Orme capofila del movimento musicale che cambierà per sempre la musica italiana d'eccellenza.....
....e subito dopo  la Premiata Forneria Marconi, il Banco del Mutuo Soccorso e tanti altri gruppi che ne seguono la scia....

In quel periodo,  precisamente nel 1971, nasce anche la Wine Shop's Band, la prima vera "Prog" band di Policoro, piccolo paese di una piccola regione sconosciuta a più.... dove per comprare un disco dovevi fare 140 chilometri, tra andata e ritorno,  sulle panche di legno di una Lettorina.



Entusiasti delle nuove sonorità e particolarmente affascinati  dall'album Collage delle Orme,  i quattro fondatori, Pino, Mimmo, Roby e Carmelo, decidono che quella sarebbe stata la strada musicale in cui si sarebbero incamminati.

"L'ascolto dI Collage rappresentò per noi una sorta di illuminazione":
«In quel momento decidemmo che quella  sarebbe stata la musica che avremmo suonato anche noi.»

Compito non facile in un ambiente dove il pezzo rock più conosciuto era, forse,  proprio il famoso "geghe geghe geghe ge"


W.S.B. "Oggi possiamo dire che la sfida fu vinta  e un merito la Wine Shop's Band se lo vuole prendere... quello di aver portato il "Progressive Rock" (allora chiamato Pop) a Policoro..... genere che oggi tanti  apprezzano forse anche per averlo sentito suonare da noi...  

E allora non lo sapevamo.... ma oggi possiamo dire che siamo stati una delle prime (come si chiamano adesso) cover band delle Orme....



Ed ora rieccoci qui, "diversamente giovani" , per riprendere una strada interrotta tempo fa...
La passione e la voglia di suonare la musica prog, assopita ma mai perduta, ci ha spinti di nuovo "on the road" per una nuova avventura...


In questo sito troverete le ultime novità ma sopratutto la nostra piccola storia........

Groove on.......



Torna ai contenuti | Torna al menu